TOXOPLASMOSI. QUALE RISCHIO IN GRAVIDANZA PER IL FETO

Toxoplasmosi dietadonna.com2.jpg

CHE COS E' LA TOXOPLASMOSI E COME SI TRASMETTE ALLA MADRE E AL FETO

La Toxoplasmosi è un infezione provocata dal Toxoplasma Gondii, un parassita largamente diffuso in natura e che ha come serbatoio i gatti e altri animali a sangue caldo.
L'infezione è normalmente asintomatica e persiste tutta la vita.
Contrarre questa infezione durante la gravidanza, può essere molto pericoloso per il feto.

Toxoplasmosi dietadonna.com.jpg

Questo parassita, infatti, può attraversare la placenta e arrivare al feto.
I rischi per il feto sono: idrocefalo (accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello intra-cranico), aborto spontaneo, morte prematura, malformazioni, danni al sistema nervoso centrale, epilessia, ritardo mentale, cecità.
 

Toxoplasmosi dietadonna.com1.jpg

I rischi sono maggiori alla fine della gravidanza, in quanto, è molto più facile che il parassita attraversi la placenta.
L'infezione si contrae ingerendo il parassita.
Attualmente non esiste nessun vaccino contro la toxoplasmosi.

 

COME RIDURRE IL RISCHIO DI INFEZIONE

E' possibile seguire una serie di pratiche e comportamenti che possono ridurre il rischio d'infezione. 

Toxoplasmosi dietadonna.com 3.jpg
  • cuocere la carne prima di consumarla, assicurandosi che sia ben cotta anche all'interno
  • lavarsi bene le mani dopo aver maneggiato verdure e carni crude
  • lavare con cura verdura e frutta prima di consumarla
  • preferire le verdure cotte, in quanto la cottura è in grado di distruggere il parassita
  • consumare solo salumi cotti (mortadella, prosciutto cotto)
  • evitare latte e latticini non pastorizzati e uova crude
  • evitare pesce e frutti di mare crudi
  • lavare bene stoviglie venute a contatto con alimenti crudi
  • evitare il contatto tra cibi cotti e cibi crudi
  • evitare il contatto con gatti, la cui fonte di nutrimento è sconosciuta
  • se si ha un gatto, nutrirlo con cibi bolliti o in scatola e impedire che vadano in giro liberamente
  • distruggere topi e insetti, che possono diffondere il parassita nell'ambiente
  • evitare il contatto con la lettiera del gatto
  • evitare lavori di giardinaggio, in modo di evitare anche il contatto con il terreno che potrebbe essere stato contaminato da feci di animali infetti