FRIGORIFERO: REGOLE DI IGIENE E CONSERVAZIONE DEI CIBI

 

IL FRIGORIFERO: UNA DISPENSA MODERNA

Per garantire la sicurezza degli alimenti, le caratteristiche organolettiche e nutrizionali, noi consumatori dobbiamo adottare buone pratiche igieniche, che riguardano la conservazione dei cibi in frigorifero. Il frigorifero è una dispensa moderna ed è l’ultimo anello della catena del freddo, un prezioso alleato per conservare gli alimenti.

Frigorifero: regole di igiene e conservazione dei cibi

I cibi vanno conservati con le confezioni integre entro massimo tre ore dal loro acquisto. Ricordiamo che il frigorifero così come il congelatore, non uccide i microorganismi presenti nei cibi, ma ne blocca o rallenta la crescita e la produzione di tossine.

FRIGORIFERO: DOVE RIPORRE GLI ALIMENTI IN BASE ALLA TEMPERATURA


La temperatura non è costante in ogni parte del frigorifero. Il frigorifero, infatti, è suddiviso in diverse zone di temperatura a cui bisogna conservare i diversi tipi di alimenti.  In ogni caso, è bene sempre consultare il libretto delle istruzioni del frigorifero che fornisce indicazioni precise sulla gestione degli spazi.

NB: L'aria fredda essendo più pesante, tende a scendere, quindi la zona a più bassa temperatura è quella in basso subito sopra i cassetti per la frutta e la verdura

NB: L'aria fredda essendo più pesante, tende a scendere, quindi la zona a più bassa temperatura è quella in basso subito sopra i cassetti per la frutta e la verdura

Una regola fondamentale, è quella di tenere i cibi crudi, come la carne e il pesce, nella parte più bassa, perché potrebbero gocciolare contaminando gli alimenti per cui non è prevista un’ulteriore cottura.
I cibi già pronti, se conservati adeguatamente (chiusi in contenitori ben puliti), possono avere una durabilità di 2-3 giorni.
La frutta e la verdura fresca, vanno isolati nei cassetti in basso, perché la loro carica microbica è elevata potendoci essere del terriccio. Mentre, le uova vanno tenute nella loro confezione, ben distinte e separate da altri alimenti per il rischio legato alla salmonella.
È importante ricordare che alcuni alimenti non vanno refrigerati: frutta esotica, agrumi, pomodori, banane, cetrioli, zucchine, fagiolini, patate, aglio, cipolla, pane.
Infine, si deve provvedere regolarmente alla pulizia e sbrinatura del frigorifero in modo da mantenerlo in condizioni di perfetta efficienza. 
 

LEGGI ANCHE:
 Consigli per una corretta sanificazione del proprio frigorifero
Consigli per mantenere in efficienza il frigorifero e conservare correttamente gli alimenti